Intervista onirica #53 Melissa Francesca D’Agostino

    Ho parlato con lei di imperfezione e di armonia e, no, non c’era la soletta pubblicitaria di mezzo. Sogna di cadere e di ripetere all’infinito gli esami di maturità… questi sono incubi veri, signori! Ma non è solo questo che troverete nell’intervista, fatevi coraggio e leggetela tutta. E’ con noi: Melissa Francesca D’Agostino!!!   Raccontaci il tuo sogno. Io di solito fatico a ricordare cosa sogno ma due sogni ricorrenti che ho spesso sono uno che cado…ma finisce subito perché mi sveglio e l’altro…quasi ogni estate mi capita di sognare di dover rifare l’esame di maturità. Ogni volta… Continua a leggere...

Ma ve lo ricordate Enzo Baldoni?

Tutte le volte che un giornalista, un volontario o un missionario vengono rapiti da qualche parte e poi giustiziati, a me torna in mente Enzo Baldoni. Ho conservato un ritaglio di giornale del giorno in cui è stata data notizia della morte, è una foto spiritosa pubblicata dal Manifesto. Niente di strano che abbiano scelto una foto del genere, visto che Enzo Baldoni era uno che sapeva ridere. Di qualsiasi cosa. Non so ancora spiegarmi perché la morte di questo giornalista freelance, di questo “viaggiatore curioso” come si definiva lui, mi abbia colpito così tanto. Ho sempre avuto la sensazione… Continua a leggere...

Letto di contenzione

Il corpo nudo saldamente ancorato al letto da cinghie di cuio. Il letto inchiodato al pavimento. Per una proprietà transitiva, questo dovrebbe conferire stabilità alla mia vita. Invece, è il pavimento a scuotersi e a squarciarsi, lasciando intravedere il vuoto. Ed è la  mia anima a rotolare fuori, per restare in silenziosa contemplazione del caos. (Ricordi dell’ospedale psichiatrico che riaffiorano in un pomeriggio di pioggia. Mi stavo chiedendo: qual è il vostro “letto di contenzione” in questo momento?) Abbiate cura di voi e, se potete, sciogliete ora le cinghie di cuio.  … Continua a leggere...