Intervista onirica #79 Paola Fratnik

      E’ più imprevedibile delle emozioni. Nella sua vita il rimpianto non ha spazio. Non sfrutta del tutto le sue potenzialità, perché è troppo fatalista. Paola Fratnik!!!   Raccontaci il tuo sogno. È mattina presto. Sono al bar in riva al mare. Gusto un cappuccino lentamente per apprezzarne il sapore. Mi sento bene, perché amo il mare anche d’inverno. Sta per piovere e sarebbe il coronamento di una mattinata di quelle che piacciono a me. Intravedo una figura in avvicinamento. Strizzo lo sguardo per vedere meglio… e vedo quello che è uno degli uomini più belli che io… Continua a leggere...

Interviste oniriche #78 Claudio Massimo

  Ci sono sogni che cambiano completamente la nostra percezione delle cose, senza possibilità di ritorno. Il giorno prima eri in un modo, il giorno dopo hai una consapevolezza diversa. Talvolta sembrano avvisarci di qualcosa. E’ capitato al mio ospite di oggi e ne abbiamo approfittato per parlare di tante altre cose, anche di quello che si trova nei nostri abissi. Claudio Massimo, signore e signori!     Raccontaci il tuo sogno.   Tutto ebbe inizio all’età di undici anni, quando feci il primo sogno che cambiò il mio rapporto con il mare. Mi trovavo al largo con un ragazzino… Continua a leggere...

Interviste oniriche #46 Sebastiana Dado

  Cerca di afferrare la tempesta per chiederle: ma tu sogni? Prova a sorprenderla in un momento di quiete, non esiste un momento di quiete. Accostati al mare impetuoso e domandagli se ha mai conosciuto la calma. Sì, l’ha conosciuta, ma in un eterno movimento. Infine, cerca di contenere il fuoco e chiedigli un’intervista. Impossibile bloccarlo, se non vuoi correre il rischio di bruciarti o di farlo morire. Allora? Allora cerca di essere un pochino tempesta, mare impetuoso e fuoco, e vedi se riesci a capirli. Ho intervistato Sebastiana Dado!   Raccontaci! Allora… once upon a time! Ero in Scozia,… Continua a leggere...