Un abbraccio alla fine del giorno

  Questo è un post che ho scritto tre anni fa. Ve lo ripropongo, così come si ripropone la peperonata, perché in questo modo si presentano gli interventi sulla condizione della donna in questa giornata. Alla fine di questa giornata nella quale molte parole sono state spese sulle donne, vorrei spenderne ancora qualcuna e dedicare un abbraccio. Un abbraccio alle donne stanche. Un abbraccio alle donne coraggiose. Un abbraccio alle sorelle e alle madri. Un abbraccio alle donne che odiano le donne. Un abbraccio alle donne che aiutano le donne. Un abbraccio alle donne violate. Un abbraccio alle donne mutilate.… Continua a leggere...

Ogni 22 minuti

Il tuo corpo di donna appena formato è perfetto per i miei scopi. Il tuo anomimato, il tuo essere una tra tante, rende tutto più semplice. Pochi piangeranno per te, pochi ti cercheranno. La violenza che ora userò sul tuo corpo di intoccabile andrà ad ingrassare statistiche già traboccanti. Mi muovo da solo o in branco, coperto dal silenzio di chi non denuncia e dalla connivenza di chi dovrebbe proteggerti. Quando avrò finito, non dovrò nemmeno preoccuparmi di occultare il corpo. Il mio potere su di te è assoluto, perché sei solo carne e ossa. Nulla di più.Se sopravviverai abbastanza,… Continua a leggere...

Le cose che sono

Prima che Esteban nascesse, ero convinta di non essere il tipo di donna che (avendone la possibilità) sarebbe rimasta a casa ad accudire il figlio, rinunciando alle proprie attività. Invece, contro ogni previsione, è proprio quello che ho fatto … e ne sono felice. La rinuncia (parziale) ad alcune cose che facevo mi ha consegnato in dono dell’altro. Oggi riflettevo non sul mio ruolo in senso stretto, ma sulla capacità di diventare qualcosa di diverso all’occorrenza. In questi anni, mi sono trasformata in oggetti di vario uso e in animali diversi, rinunciando anche alla mia complessità umana (una vera liberazione!).… Continua a leggere...

Un abbraccio alla fine del giorno

Alla fine di questa giornata nella quale molte parole sono state spese sulle donne, vorrei spenderne ancora qualcuna e dedicare un abbraccio. Un abbraccio alle donne stanche. Un abbraccio alle donne coraggiose. Un abbraccio alle sorelle e alle madri. Un abbraccio alle donne che odiano le donne. Un abbraccio alle donne che aiutano le donne. Un abbraccio alle donne violate. Un abbraccio alle donne mutilate. Un abbraccio alle donne che riposano in cimiteri dimenticati. Un abbraccio alle bimbe di oggi che saranno donne domani. Un abbraccio agli uomini che si sentono donne. Un abbraccio agli uomini che sorreggono le loro… Continua a leggere...

D.U.D.U.

Quest’oggi si è festeggiato l’anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo (per gli amici e gli addetti ai lavori D.U.D.U.). Al radiogiornale (io non guardo la TV) ne hanno parlato e hanno posto giustamente l’accento sulle violazioni di diritti che riguardano le donne. Mentre ascoltavo, mi dicevo che è necessario continuare a parlarne e non soltanto quando capitano fatti abominevoli come quelli commentati anche solo ieri: la giovane donna (22 anni) decapitata dal fratello che voleva punirla per aver infangato il nome della famiglia lasciando il marito che la martorizzava da 8 anni. Poi, questa sera, è sorto un pensiero… Continua a leggere...