Ragnatele – Racconto per “Obsession”

“Ragnatele” è un mio racconto inedito, selezionato per la raccolta “Obsession” curata da Lorenzo Spurio.

È stato bello e incredibile scoprire che sarebbe stato pubblicato, perché quando ho iniziato a scriverlo, speravo sì in un riscontro positivo, ma poi ha prevalso l’esigenza che fosse qualcosa di profondamente mio.
“Ragnatele” parla di aracnofobia e di ossessione, due cose che mi appartengono, anche se non in forma patologica (almeno credo …).
Inevitabilmente, ci sono molti elementi autobiografici, perché di incontri con i ragni io ne ho avuti tanti. Come ogni aracnofobico che si rispetti, sono terrorizzata dalla vista dei ragni e, contemporaneamente, li cerco masochisticamente, perché vederli mi scarica di un certo tipo di tensione. Ogni tratto patologico è funzionale a qualcosa.
Anche “Ragnatele” rispetta la mia classica modalità di composizione di una storia: parto con i piedi per terra e, dopo poco, mi trovo a sorvolare mondi sconosciuti.
Non vi racconto di più, spero che vorrete leggerlo.
Di seguito, trovate il comunicato stampa redatto per la pubblicazione della raccolta.
Buona lettura!

Obsession: lo scandaglio della mente malata

Obsession è una raccolta di racconti a tema “Manie, fobie e perversioni” voluta e curata dallo scrittore e critico letterario Lorenzo Spurio, per la Limina Mentis Edizioni.
Il volume contiene 14 racconti che sono risultati selezionati dallo scrittore dopo ampia ed attenta valutazione di tutti i materiali pervenuti l’indomani della pubblicazione del call of paper.
Nell’antologia, che si apre con una prefazione del curatore dove si analizza il tema della “deviazione umana” nelle sue varie manifestazioni, sono presenti racconti di: Elisabetta Amoroso, Alberto Arecchi, Elisabetta Bisson, Fiorella Carcereri, Martino Ciano, Lorenzo Crescentini, Lisa Deiuri, Monica Dini, Daisy Franchetto, Serena Gobbo, Andrea Blu, Sandro Orlandi, Alessandro Pedretta e Stefano Rizzi.
Dalla prefazione di Lorenzo Spurio si legge: «Il titolo scelto per questo progetto e per l’antologia stessa, Obsession, fa riferimento diretto al mondo delle ossessioni dove possono essere inglobate appunto le perversioni, le manie, le fobie, atteggiamenti inconsci e incontrollabili che possono essere trattati in certi casi dalla medicina mentre in altri, da cronici, risultano inguaribili. Ciò che li accomuna è la loro “ossessività” e “esclusività”: atteggiamenti apparentemente assurdi e inimmaginabili che, invece, si configurano come gravi disturbi mentali. L’ossessione porta con sé  e si alimenta di ansia, paura, eccitazione, euforia, paranoia, bipolarità, angoscia, violenza minando la lucidità del soggetto, rovinandone l’integrità e condannandolo ad essere un “caso umano” ancor prima di diventare un “caso psichiatrico”».
Questa è la scheda del libro
Scheda tecnica del libro
Titolo: Obsession
Sottotitolo: Raccolta di racconti a tema “Manie, fobie e perversioni”
Autore: AA.VV.
Curatore: Lorenzo Spurio
Casa Editrice: Limina Mentis Edizioni, Villasanta (MB)
Anno: 2013
Pagine: 162
ISBN: 978-88-98946-02-0
Costo: 15 €
Info: redazione@liminamentis.com 978-88-98946-02-0Elisabetta Amoroso – Alberto Arecchi – Elisabetta Bisson – Fiorella Carcereri – Martino Ciano – Lorenzo Crescentini – Lisa Deiuri – Monica Dini – Daisy Franchetto – Serena Gobbo – Andrea Blu – Sandro Orlandi – Alessandro Pedretta – Stefano Rizzi.Elisabetta Amoroso – Alberto Arecchi – Elisabetta Bisson – Fiorella Carcereri – Martino Ciano – Lorenzo Crescentini – Lisa Deiuri – Monica Dini – Daisy Franchetto – Serena Gobbo – Andrea Blu – Sandro Orlandi – Alessandro Pedretta – Stefano Rizzi.Elisabetta Amoroso – Alberto Arecchi – Elisabetta Bisson – Fiorella Carcereri – Martino Ciano – Lorenzo Crescentini – Lisa Deiuri – Monica Dini – Daisy Franchetto – Serena Gobbo – Andrea Blu – Sandro Orlandi – Alessandro Pedretta – Stefano Rizzi.Elisabetta Amoroso – Alberto Arecchi – Elisabetta Bisson – Fiorella Carcereri – Martino Ciano – Lorenzo Crescentini – Lisa Deiuri – Monica Dini – Daisy Franchetto – Serena Gobbo – Andrea Blu – Sandro Orlandi – Alessandro Pedretta – Stefano Rizzi.