Il mio augurio per questo Natale

luce nel buio

 

Ci siamo anche quest’anno.

Le tenebre hanno raggiunto il loro apice e già la luce si sta facendo strada alla ricerca della rivincita che, come ogni anno, ci sarà.

Non so se sia l’idea della massima espressione dell’oscurità, o la poesia di questo piccolo lume che compare all’orizzonte ad affascinarmi di più.

E non posso nemmeno sapere a che punto sia la vostra vita.

Siete in un momento di ottenebramento o vivete un istante di splendore?

La vedete la lucina là in fondo o vi siete scoperti abitanti degli abissi?

Magari galleggiate, come scrisse qualche tempo fa una lettrice in una recensione al mio romanzo.

Non lo so se il peggio per voi sia passato.

Il mio augurio a tutti (sì, a tutti, pure a Putin), per questa fine di anno, è quello di riuscire a vedere, anche solo per un frangente, quella lucina.

Vi auguro che, nel vostro boccheggiare quotidiano, ci sia un momento di emersione nel quale potrete comodamente tenere la testa fuori dall’acqua, e vedere quella luce. Che vi sia data quell’energia necessaria a fronteggiare le tenebre (consolatevi, Putin se la passa peggio da questo punto di vista).

Buon Natale, amici miei.

Abbiate cura di voi, sempre!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *