Intervista onirica #67 Lisa Lambertini

      I treni non aspettano nessuno, quando decidono di passare, passano. E non importa il motivo che ci ha trattenuti, loro sono andati. Abbiamo comunque tre alternative (le alternative ci sono quasi sempre): mettere le scarpe da ginnastica e inseguire il treno, aspettarne un altro più figo, decidere di restare. Voi quale alternativa avete preferito? La nostra ospite un treno l’ha perso e ce lo racconta proprio oggi. Lisa Lambertini!   Raccontaci il tuo sogno.   Siamo a Bologna, io, mia figlia, mio figlio e dei nostri amici. Facciamo colazione in un bar, poi ci spostiamo in stazione… Continua a leggere...

Intervista onirica #66 Chiara Casalini

  Per ottimizzare i tempi, quando sogna, sogna lucido. Il risultato sono dei sogni che narrano storie e storie che hanno contorni onirici. In questo viaggio va a caccia di creature oscure. Chiara Casalini!!!     Raccontaci il tuo sogno. Ormai camminava nel buio dell’Oltre da un po’, non aveva fiutato ancora nessuna preda e la noia si faceva incalzante. L’espressione del volto rivelava la sua tensione, quel desiderio di azione insoddisfatto che le tendeva le labbra in una nota di contrappunto, mentre lo sguardo restava affilato come un rasoio. Nonostante la sua attenzione, lui le comparve davanti come dal… Continua a leggere...

Intervista onirica #65 Vincenzo Romano

  L’avete capito o no che varcare una porta, qualsiasi porta, significa entrare a contatto con una Dimensione diversa? Avete capito chi siete? Siete pronti a rispondere a questa banalissima domanda? E siete pronti all’ipotesi di non essere ciò che credete? E se non lo fossero nemmeno gli altri? Tutti in piedi, signori e signore, arriva Vincenzo Romano!     Raccontaci il tuo sogno. Ho circa dieci anni, sono solo in casa dei miei genitori. Non c’è nessuno e non ci sono rumori in giro. Non sto facendo nulla di particolare. A un certo punto, in corridoio, apro la porta… Continua a leggere...

Intervista onirica #64 Andreas Hennen

  I sogni sono trame, come dicevo giovedì scorso, e chi meglio di un autore può sognare tessendo storie? Questa è una storia di fango, buio e solitudine con una piccola luce sul finale, che ci svela qualcosa di nuovo e non necessariamente rassicurante. Andreas Hennen! Raccontaci il tuo sogno. Apro gli occhi in una notte scura, tanto tetra da non vedere in cielo stelle o luna. Solo cupi e discutibili striature di plumbeo grigio si muovono rapide, identificando le nubi disposte come coperta dell’empireo tutto. Qualche leggiadro fiocco di neve fluttua con timida incertezza fino al suolo, non li… Continua a leggere...

Intervista onirica #63 Sara Gavioli

  I suoi sogni scappano. Sì, a volte lo fanno. Appena vedono la luce filtrare, si vanno a nascondere da qualche parte. I sogni sono trame assurde che seguono un filo conduttore di notte in notte, dove portano lo sanno solo loro e il nostro inconscio. Oggi seguiamo il sogno di Sara Gavioli.     Raccontaci la tue esperienza con i sogni.  I miei sogni scappano. Ci ho messo un bel po’ di tempo, da quando mi hai chiesto di raccontartene uno, perché al mattino me ne rimane solo l’impressione. Hanno trame complicate e sono sempre collegati tra loro: in… Continua a leggere...